DUBAI: GEBRSELASSIE VINCE ANCORA

Haile ancora Haile

gebre.jpgPer Haile Gebrselassie è sfumato il proposito di migliorare ancora il suo record del mondo della maratona. L’etiope, condizionato da problemi alla schiena per aver dormito in una posizione sbagliata, a dispetto di una condizione fisica definita “perfetta” alla vigilia della corsa, ha vinto per il terzo anno consecutivo la maratona di Dubai in 2:06:09. Con la gara degli Emirati ha intascato duecentocinquantamila dollari di premio (il più alto al mondo relativamente alle maratone), ed è già in vetta alle graduatorie di specialità, in un gennaio prolifico di prestazioni cronometriche di alto livello.

 

 

Per Gebrselassie si tratta dell’ottava vittoria sui 42 km. Miglioramenti davvero consistenti per gli due altri due etiopi che hanno raggiunto Gebre sul podio di Dubai: Chala Dechase ha chiuso in 2:06:33, Eshetu Wendimu Tsige in 2:06:46. Dopo il traguardo, abbracci fraterni e sorrisi. Rivedremo Gebre a marzo nella mezza maratona di New York. Sette ragazze sono scese sotto le due ore e trenta nella maratona femminile, sei africane ed un’ex-africana, la svedese Isabellah Omoro (ora signora Andersson), che ha portato il record nazionale a 2:26:52. Ha vinto Mamitu Daaska Molisa in 2:24:18, precedendo una esordiente ventenne, Aberu Kebede Shewaye (2:24:26), e la matura kenyana Helena Loshanyang Kirop (2:24:54). Per la vincitrice siè resa necessaria l’assistenza medica subito dopo l’arrivo, causa collasso, ed è stata portata in barella al punto di soccorso, per poi riapparire rinfrancata sul podio. Solo quarta Bezunesh Bekele, favorita della vigilia, in 2:26:05.


DUBAI: GEBRSELASSIE VINCE ANCORAultima modifica: 2010-01-27T06:37:00+01:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento