L’ecomaratona del Chianti e le sue ricadute turistiche: qualche numero.

 

2330881878.jpgCastelnuovo Berardenga (SI) – 28 novembre 2011

 

Comunicato stampa n° 8

ecomaratona,chianti,turismo,sport,news sportiveTempi di bilanci per l’Ecomaratona del Chianti, giunta alla sua quinta edizione, conclusasi lo scorso 16 ottobre a Castelnuovo Beraldenga lungo il classico percorso di 42 km che dopo avere attraversato i luoghi più belli e romantici di questa parte di provincia, la Piramide di Montaperti, Montegiachi, Villa a Sesta, il  castello di Sestaccia, Campi, San Gusmè e Villa Arceno arriva in piazza Marconi a Castelnuovo Berardenga. La manifestazione prevede anche il Chianti Trail di 18 km con partenza da Villa Sesta e una Eco passeggiata di 10 km da San Gusmè.

 

Ma, a distanza di circa un mese, cosa resta di quella manifestazione? Quali ricadute ha avuto sul turismo locale? Con l’aiuto degli organizzatori della gara, abbiamo provato a tradurre in cifre le presenze dei partecipanti alla competizione e agli eventi ad essa collegati (visite eno-gastronomiche, vitto e alloggio nelle strutture ricettive, piccole spese per souvenirs, ecc…).

Ecco i numeri che ne sono risultati:

 

·         2400 gli atleti che hanno partecipato a una delle tre manifestazioni (di cui, 1200 iscritti alla maratona e al chianti trail);

·         450 gli accompagnatori a seguito degli atleti; 

·         1.350 i pernottamenti nelle strutture locali, 100 euro la spesa media per iscrizione e soggiorno;

·         135.000 euro il costo medio totale del giro della manifestazione con ricaduta interamente sul territorio + 10.000 euro le spese dell’organizzazione presso attività locali.

 

Tutto ciò è stato reso possibile grazie all’attenzione prestata dalle istituzioni locali e dai tanti sponsor che hanno rappresentato un sicuro punto di riferimento e un supporto economico insostituibile per la riuscita dell’evento. Per i tanti partecipanti, l’Eco-Chianti è stata invece l’occasione per conoscere gli angoli più caratteristici della campagna senese e gustare i prodotti tipici locali. Insomma un bilancio più che positivo che unisce sport, turismo e ambiente sui sentieri della nostra Provincia. Un motivo in più per incoraggiare questa e altre manifestazioni sportive che gravitano nel nostro territorio. Un viaggio lento da proporre in ogni stagione dell’anno, magari dopo una visita alla città o una giornata alle terme, coniugando le attrattive culturali alla (ri)scoperta dell’ambiente.  Gli ingredienti ci sono tutti per un arrivederci al prossimo 21 ottobre con la sesta edizione dell’Ecomaratona del Chianti.

 

ecomaratona,chianti,turismo,sport,news sportive

ecomaratona,chianti,turismo,sport,news sportive

ecomaratona,chianti,turismo,sport,news sportive

 

www.ecomaratonadelchianti.it

Fonte: Runners Comunicati

L’ecomaratona del Chianti e le sue ricadute turistiche: qualche numero.ultima modifica: 2011-11-30T08:06:00+01:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento