Corsa Allenamento: I benefici della corsa in spiaggia

corsa spiaggia.jpg mare.pngCorrere in spiaggia è uno degli allenamenti più ” redditizi “ed affascinanti al fine di migliorare la propria forma fisica e svuotare la mente dai pensieri di tutti i giorni. In questo periodo sicuramente molti di voi avranno già programmato, oppure staranno programmando le proprie vacanze al mare…pensando:

“…appena arrivo nella località vado a correre in spiaggia…”…..” quando sarò in vacanza andrò a correre tutte le mattine in spiaggia”.

Come già detto la corsa sulla sabbia ( meglio la sabbia che non il bagnoasciuga che spesso è in pendenza e può avere delle controindicazione che vedremo più avanti ) è uno degli allenamenti più proficui ancge per migliorare la propria forma fisica, e lo è ancora di più se nel tratto di corsa riusciamo anche ad inserire delle dune di sabbia. La corsa sulla spiaggia richiede un elevato impegno muscolare ed è molto utile per migliorare la proprie caratterisctiche propriocettive, quindi e molto allenante da tutti i punti di vista e lo è ancora di più se nella seduta di allenamento in spiaggia riusciamo ad inserire anche della ripetute, magari anche senza orologio ma solo ascoltando il proprio corpo e quindi calibrando la durata delle ripetute, o variazioni di ritmo che dir si voglia, a seconda delle proprie sensazioni, ascoltando il corpo, variando l’intensità a seconda della percezione cardiaca che si ha, senza l’obbligo di guardare il cardiofrequenzimetro e fissarsi su tempi precisi….tutto questo ci aiuterà anche a liberare la mente.

Ma attenzione perchè bisogna stare molto attenti:  la corsa sulla sabbia mette a dura prova le articolazioni che, normalmente , non sono abituate al tipo di appoggio che si ha sulla sabbia e che è molto diverso da quello su asfalto o sterrato in terra battuta. Quindi prima di andare a correre sulla sabbia è consigliabile fare un buon riscaldamento di almeno 15′ su asfalto, poi spostarsi sulla sabbia e fare molta attenzione per i primi 10′, per dar modo alla muscolatura di abituarsi alla corsa su sabbia evitando così stiramenti o, peggio ancora , strappi muscolari. Fatto questo si possono dedicare 30′ alla qualità dell’allenamento facendo quello che abbiamo detto prima: ripetute o variazioni di ritmo a sensazione, cercando di forzare l’allenamento gradualmente, senza partire subito a tutta birra, ma magari facendo la prima variazione senza arrivare al massimo, recuperare, fare un’altra variazione un poco più intensa della prima, recuperare e così via fino a fare quella che sarà l’ultima variazione dando il massimo. A questo punto inizia la fase di recupero che dovrà essere il doppio di quanto è durato l’allenamento di qualità dedicando gli ultimi 10′ al recupero dei giusti assetti di corsa che correndo sulla sabbia cambiano, quindi è consigliabile correre gli ultimi 10′ su asfalto o fondo sterrato ben battuto.. Come dicevamo prima, è preferibile correre sulla sabbia asciutta e non sul bagnoasciuga perchè l’inclinazione di quest’ultimo ci obbligherebbe a correre  ” fuori asse ” creando anche, a lungo andare, dei seri problemi di postura.

Chiaramente la corsa sulla sabbia è sconsigliata per chi ha già problemi alle articolazioni in quanto la stessa non farebbe altro che peggiorare la situazione. NOn dimenticate mai l’importanza della visita medico-sportiva prima di cimentarvi in allenamenti di qualsiasi genere: aver fatto la visita, sapere che non si hanno problemi di nessun genere vi aiuterà ad allenarvi in modo tranquillo.

Buone vacanze e buon allenamento dallo staff  Corrintoscana.

 

 

 

Corsa Allenamento: I benefici della corsa in spiaggiaultima modifica: 2010-06-19T08:16:50+02:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento