Correre è bello sempre in tutte le stagioni

Trucchi per correre sempre in tutte le stagioni

Jogging.jpgE’ molto importante , per gli appassionati della corsa, per chi pratica solo jogging o per chi si sta avvicinando adesso al mondo della corsa, imparare a correre costantemente e non solo quando siamo a primavera e ci si avvicina alla bella stagione ed alla fatidica ” prova costume “.
Qui di seguito vi elenchiamo alcuni trucchi per correre sempre, senza interruzione durante tutto l’anno, sia a primavera che in estate, autunno ed inverno perchè ogni stagione ha il suo fascino per andare a correre outdoor lasciando da parte il tapis roulant.
Innanzitutto bisogna cercare di aumentare forza e stabilità per arti inferiori, e correre a lungo senza provare dolore o subire infortuni.
Come detto prima, ogni stagione ha il suo fascino per correre ed è bello farlo fuori casa e lasciare il tapis roulant solo per i casi estremi: neve alta ” qualche metro”,ghiaccio, “diluvio universale”, la bora a 140 km/h, etc…..

La primavera è bella per la vita vegetale che si risveglia, le piante che fioriscono, i colori vivaci che si vedono nei campi, nei giardini ed i nuovi profumi che si sentono nall’aria ( a volte forse anche nauseanti per quanto sono forti ).In questo periodo si può correre sempre: mattino, pranzo, pomeriggio e sera con le giornate che si allungano e ci concedono di fare anche qualche km in più su sentieri che al buio non potremmo fare. Dopo viene l’estate: stagione bella perchè il caldo ci impone quasi sempre di correre la mattina presto riscoprendo così il fascino di correre quando ancora il resto del mondo dorme, quando ancora non c’è traffico per le strade, con il piccolo problema della sveglia che suona presto ma se si riesce a staccarsi dal letto e fatta!! Altrimenti siamo costretti a correre con il caldo della sera: bello ma problematico per fare più di un’ora, un’ora e mezzo. Dopo l’estate arriva l’autunno, ed anche in questo periodo è molto piacevole correre perchè correndo  si vedono paesaggi con le piante che piano piano si spengono nei colori, perdono le foglie, sembra quasi che si addormentino,ma non è così perchè le piante vivono sempre anche d’inverno quando danno l’impressione di ” dormire “. In questa stagione si pone il problema degli orari, le giornate che si accorciano a vista d’occhio e qualche volta ci ingannano costringendoci a correre gli ultimi km con il buio e qualche rischio di troppo. Però, per chi ha tempo la sera, si può ricominciare a dormire di più la mattina e sfruttare il pomeriggio o la sera per correre. Per ultimo, in ordine di tempo ma non di fascino, arriva l’inverno. In questo periodo c’è chi preferisce correre la mattina presto ( ci sono podisti in giro già alle 5 del mattino !!), chi l’ora di pranzo e chi la sera a seconda dei propri orari di lavoro. Comunque è bello correre anche in questa stagione nele giornate fredde, basta che sia secco e non troppo umido, magari nella neve fresca e non ghiacciata, con paesaggi stupendi sia in città e sia fuori città.

A questo proposito acco alcuni consigli per chi vuol correre sempre tutto l’anno senza infortunarsi e rischiare di fermarsi lunghe settimane rovinado così il proprio lavoro fato e non poter soddisfare la propria voglia di correre.

1. Costruisci solide fondamenta
:

Piedi robusti e muscoli per la stabilità solidi a livello delle caviglie, ti permetteranno di fare lunghe sgroppate. “I due esercizi seguenti possono aiutarti a fermare gli infortuni provocati da squilibri, prima che comincino”, dice Michael Smith, track coach (allenatore di atletica) della Kansas State University.

Rattrappisci le dita dei piedi

Usa le dita di ciascun piede per raccogliere una pallina da golf o un fazzoletto per 3 serie di 10 ripetizioni, o finché avverti un bruciore nell’arco di sostegno del piede. Fai questo esercizio in ufficio o mentre guardi la tele.

Scrivi l’alfabeto in equilibrio su un piede

A piedi nudi, resta in equilibrio su una gamba, mentre tieni l’altro piede a circa 30 cm da terra. Con il piede sollevato, simula il movimento della mano e immagina di scrivere, a grandi lettere, tutto l’alfabeto.

2. Guadagna velocità camminando:

Aggiungi un intervallo di camminata che va da 30 secondi a 2 minuti dopo ciascun chilometro e mezzo circa che hai percorso correndo. “In tal modo riuscirai a prevenire l’affaticamento muscolare”, rivela Jeff Galloway, ex olimpico e autore di Running Until You’re 100, che aggiunge: “Di solito vedo i miei atleti ridurre di almeno 13 minuti i tempi di percorrenza della maratona, perché con il trucco appena spiegato, la fatica viene drasticamente ridotta”.

3. Alza i carichi per salvare le gambe

“Correre danneggia la muscolatura”, afferma il dottor William Kraemer, professore di chinesiologia presso il laboratorio di performance umana dell’Università del Connecticut, che puntualizza: “Sollevare pesi stimola la rigenerazione di muscoli e tendini, rendendoli più forti”. Meno di 60-90 minuti la settimana di training per sviluppare la forza muscolare, spalmati in 2 o 3 sessioni d’allenamento, possono controbilanciare l’effetto distruttivo del running”.

4. Conosci te stesso:

“L’analisi dell’andatura è il modo migliore per eliminare un inconveniente che ti causa dolore, a livello posturale, durante la corsa”, sottolinea Roy Lidke, professore clinico associato di Podologia alla Des Moines University. Prendi contatto con il dipartimento di Medicina dello sport dell’Università più vicina: loro saranno in grado di guardarti dentro.

 

Correre è bello sempre in tutte le stagioniultima modifica: 2010-04-04T10:54:00+02:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento