I “Consigli di Gene Gnocchi” per chi vuol partecipare alla VerdiMarathon …o qualunque altra maratona….

Gene_Gnocchi.jpgGene Gnocchi dà i suoi consigli

a chi vuole partecipare alla

Maratona delle Terre Verdiane


1)   Come correrla oltre le 9h e 20’. Per correre la Maratona di Busseto oltre le 9h e 20’ è necessario, prima della partenza, bere una tazza di caffelatte accompagnandola con mezzo capretto al forno e 1 kg e 800 di crauti, una trentina di boeri e 2 litri di cognac (quello usato per farcire la torta). Se siete in vista dell’arrivo e sono passate solo 9 ore, prima degli ultimi 500 m. mangiate 10 porzioni di fritto di calamari della Pizzeria Marechiaro.

2)   Come correrla sotto lh e 30’. Alzatevi di buon mattino e fate colazione con cereali, malto, luppolo, eolo, pisolo e mammolo, ingurgitate a volontà saccarosio, destrosio, ascoltando una vecchia telecronaca di Nicolò Carosio. Prima del via un po’ di streching e lifting e peetting. Al nastro di partenza inforcate il vostro motorino e partite tranquillamente alla volta di Busseto. Anche facendo le strade basse ci arriverete in meno l h e 30’.

3)   Come evitare fastidiose vesciche ai piedi. L’ideale sarebbe fare la Maratona con delle ciabattine infradito vinte con i punti del Mulino Bianco o con delle pantofole da anziano con la cerniera sul collo del piede, che si trovano solo nelle case di riposo. In mancanza è meglio non partire e stare a casa con i piedi in una bacinella colma di acqua e sale.

4) Comportamenti assolutamente da evitare. a) Partire nudi con il pettorale come foglia di fico. b) In prossimità dell’arrivo cantare a squarciagola opere di Rossini. c) Usare come lepre un fagiano. Comunque vi aspetto il 27 febbraio.

Il vostro Gene Gnocchi


Fonte : www.verdimarathon.it

I “Consigli di Gene Gnocchi” per chi vuol partecipare alla VerdiMarathon …o qualunque altra maratona….ultima modifica: 2010-02-27T10:53:40+01:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento