Maratona di Roma: 11023 Podisti hanno concluso la gara

16^ MARATONA DI ROMA ACEAELECTRABEL – 11.023 PODISTI HANNO TAGLIATO IL TRAGUARDO DELLA 16^ MARATONA DI ROMA , 40 I DISABILI. UN MORTO PER ARRESTO CARDIOCIRCOLATORIO

21/03/2010 – Sette atleti in più dello scorso anno. La 16^ edizione della Maratona di Roma Aceaelectrabel è stata conclusa da 11.023 maratoneti. Lo scorso anno gli arrivati erano stati 11.007. Il traguardo di Via dei Fori Imperiali è stato tagliato da 9188 uomini e 1875 donne. Gli atleti disabili sono stati 40. L’ULTIMO ARRIVATO L’ultimo a tagliare il traguardo è stato l’americano di New York Bart Sobel, che ha concluso i 42,195 km del percorso in 7h34’26” «Ero già arrivato ultimo a Boston, ora mi è successo anche a Roma – ha spiegato sorridendo – È la seconda volta che corro qui e ci ritornerò sicuramente l’anno prossimo. Amo Roma, il pubblico è stato fantastico e mi ha sostenuto calorosamente». L’ultimo italiano è stato invece Rino Montanari, 70enne reggiano della Podistica Cavriago, che ha corso in 7h31’33” la sua quinta maratona.

LE CURIOSITA’:

Il primo campionato italiano «Sindaci ed amministratori pubblici» organizzato dall’Anci è stato vinto da Nicola Salussolia, consigliere comunale del comune biellese di Candelo, con il tempo di 3h09’37”. Il partecipante più giovane, il 18enne londinese Adam Norris, ha tagliato il traguardo con il tempo di 4h08’34”. La tedesca Lisa Vogg, anche lei 18enne, si è ritirata. Pierre Roger, arzillo 80enne francese di Digione, ha corso in 5h09’26”, mentre la 77enne cilena Albertina Zuniga ha terminato la sua fatica in 5h37’32”. I due parlamentari Chiara Moroni (Pdl) e Roberto Giachetti (Pd) hanno corso tutta la gara insieme ed hanno tagliato il traguardo in 4h45’34”. L’australiano Tristan Miller, che sta cercando di compiere l’impresa di correre una maratona a settimana per tutto l’anno, ha chiuso in 3h11’39”. Per lui si tratta della tredicesima gara e ha migliorato il suo personale di sei minuti. «È stata una maratona fantastica sia per il percorso suggestivo che per il calore del pubblico italiano e romano – ha raccontato felicissimo dopo la gara – Domenica prossima sarò a Bratislava».

NEL SEGNO DI BIKILA:

Nel segno di Abebe Bikila è stata anche la fatica di Dietmar Mücke, il tedesco capace di correre in carriera decine di maratone e ultramaratone a piedi nudi. Mücke, che ha corso con una parrucca da pagliaccio in testa, ha chiuso in 4h45’35”. «Non mi importa del tempo, corro per vedere le città – ha detto – All’inizio i piedi mi facevano male, poi mi sono abituato ed è andata meglio. È stata la mia prima volta a Roma e spero non sia stata l’ultima perché ho voglia di tornare». Ad abbracciare il vincitore etiope Siraj Gena c’era anche Yetnayet Abebe Bikila, figlio del campione olimpico del 1960, a cui era dedicata la Maratona di Roma di quest’anno. «Anche se quel giorno di cinquant’anni fa io non c’ero – ha detto il 43enne terzo figlio del mitico Bikila, che vive ad Addis Abeba – per me è stata oggi un’emozione forte, come lo fu per il mio popolo quel 10 settembre di 50 anni fa».

SITUAZIONE SANITARIA:

Il servizio medico-sanitario della Maratona di Roma ha ospedalizzato 5 podisti, già tutti dimessi. Una cinquantina di partecipanti hanno usufruito del servizio medico nelle otto postazioni previste lungo il percorso, solamente a causa di traumatologie legate alla prestazione sportiva. Purtroppo il belga Tom Van Der Gucht, 55 anni, ha avuto una crisi cardiaca a Piazza Venezia, al 39° chilometro. Rianimato dalla postazione sanitaria situata a cinquanta metri, quando era già a terra colto da arresto cardiorespiratorio, è stato trasportato d’urgenza con un’ambulanza all’ospedale Fatebenefratelli, dove è arrivato già deceduto.

Fonte : www.maratonadiroma.it

Maratona di Roma: 11023 Podisti hanno concluso la garaultima modifica: 2010-03-21T19:18:00+01:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento