2^ edizione della CRONOSCALATA ALLA TORRE DEI LAMBERTI: commento e classifiche.

crono,scalata,torre,lamberti,sport,news,corsa,gsd mombocar(nella foto a lato di Antonio Rossi la vincitrice femminile assoluta Manuela Rebuzzi)

Ideata da Ettore Rossi e sotto la regia organizzativa del GSD Mombocar, guidato dal Presidente Pietro Zonzini, questo  particolare Vertical Sprint veronese, giunto alla sua seconda edizione, si differenzia notevolmente dalle altre gare similari, per il contesto storico e culturale in cui è ambientato.

La Torre dei Lamberti, costruita a partire dal 1172, è uno dei siti turistici più affascinanti della città scaligera, è il punto più alto della città (84 metri) e svetta direttamente sulla Piazze Erbe, lantico Foro dei Romani e oggi una delle mete preferite dai turisti che visitano Verona. Lingresso di questa torre medioevale è posto allinterno del Cortile del Mercato Vecchio ed è nota per le sue campane. Quella più grande, che non viene mai fatta suonare e denominata la campana del Rengo, è posta proprio sul terrazzo dove sono arrivati i partecipanti della Cronoscalata, esattamente dopo 289 scalini di ascesa. Laltra campana, denominata la Marangona è posta ancora più in alto dopo 368 scalini e scandisce regolarmente le ore ai veronesi con i suoi forti rintocchi.

crono,scalata,torre,lamberti,sport,news,corsa,gsd mombocar(nella foto a lato di Antonio Rossi il vincitore maschile assoluto Alex Romagnolo sul podio)

I Giudici del Centro Sportivo Italiano hanno fatto partire gli atleti uno alla volta distanziati di un minuto. I concorrenti hanno percorso un tratto di 150 metri allinterno del chiosco del Cortile Mercato Vecchio prima di affrontare i 289 scalini della Torre. Le partenze dei partecipanti, scandite dallo speaker Fabio Rossi, sono iniziate subito dopo che la campana della marangona aveva suonato le nove e sono terminate alle 10.20. La discesa degli atleti, per motivi organizzativi, ha avuto luogo in ascensore sotto la guida attenta degli incaricati. Sono stati settantasei gli atleti che hanno partecipato a questa originalissima gara, molti dei quali da fuori provincia e regione (dalla Val dAosta, dal Lazio, ecc).

 

Tra i nomi di spicco, anche di livello internazionale, segnaliamo la presenza del Campione del mondo di corsa in montagna 1995 Lucio Fregona e degli specialisti di vertical sprint, Manuela Rebuzzi (seconda alla Lamberti del 2012), Davide De Maria (vincitore della prima edizione della Lamberti) e Alex Romagnolo (quarto nel 2012 alla Lamberti).

 

Proprio questultimo si è imposto in questa seconda edizione della Cronoscalata alla Torre dei Lamberti con lottimo tempo di 12978 che ha sfiorato il record maschile della corsa (di De Maria nel 2012 con 1278), che si è piazzato a sua volta al secondo posto in 13081; mentre al terzo posto assoluto si è piazzato Mirko Tomasi in 13363.

 

Manuela Rebuzzi si è presa la soddisfazione di vincere ledizione 2013 della gara femminile, migliorando con 15575 il suo personal time dello scorso anno (1569) quando si piazzò alle spalle di Cristina Bonacina, sulle cui spalle rimane il primato femminile della gara (1493). Al secondo e terzo posto due atlete del GSD Mombocar organizzatore dellevento: Gabriela Barjak (20224) e Licia DallAgnola (20948), entrambe al personale su questo tracciato.

 

Sul sito www.mombocar.it sono pubblicate tutte le classifiche complete di categoria e assolute.

 

Fonte:

GSD Mombocar

Ufficio stampa

 

2^ edizione della CRONOSCALATA ALLA TORRE DEI LAMBERTI: commento e classifiche.ultima modifica: 2013-01-28T10:31:00+01:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento