18 Settembre 2011: Gaspari e Gualandi si aggiudicano il Trofeo Alto Reno 2011

Gaspari e Gualandi.jpg

La 10a edizione della Porretta-Corno alle Scale di domenica 18 settembre ha concluso  il Trofeo Alto Reno 2011, voluto dal GP Alto Reno con la collaborazione del GS Gabbi ed il Patrocinio dei Comuni di Porretta Terme, Lizzano in Belvedere e Granaglione, oltre all’appoggio del Parco Corno alle Scale.

Come nelle precedenti prove di Vidiciatico (3 luglio) e Porretta (7 agosto) gli Atleti hanno dimostrato di apprezzare gara ed Organizzazione, tanto che il traguardo intermedio posto a Lizzano in Belvedere dopo 14,5 km ha visto oltre 200 iscritti mentre il Rifugio Cavone, dopo quasi 30 km dal via e quasi 1100 metri di dislivello, ha richiamato 121 partecipanti: in totale sono stati ben 307 gli Atleti classificati.

Foto di Diego Gaspari e Valentina Gualandi vincitori del Trofeo Alto Reno 2011 (foto Jader Consolini)

 

A Lizzano, come nel 2010, vittoria di Francesca Patuelli (GS Gabbi) che ha chiuso in 1h02’15”, davanti alla compagna di colori Valentina Gualandi (1h04’23”) e alla toscana dell’Assi Giglio Rosso Milena Megli (1h07’22”).

Accoppiata GS Gabbi anche tra gli uomini con Diego Gaspari che si è imposto con 52’34”, davanti a Michael Casolin con 52’22” mentre al terzo posto troviamo Mohamed Saadouni, in forze al Gs Maiano, che ha concluso in 52’44”.

Ai 1424 metri del traguardo alle pendici del Corno alle Scale, in una ambientazione preautunnale, si è invece presentato per primo Alberto Felloni (CUS Ferrara) con un crono di 2h11’24”, davanti al vincitore 2010 Mario Prandi (Risso RT Genova), secondo in 2h13’07”, ed a Giuseppe Calabrese (GS Gabbi) con 2h16’30”.

Tra le donne conferma di Marina Zanardi, ancora CUS Ferrara, che ha chiuso in 2h28’48” davanti a Anna Giunchi (Lazio Runners), seconda in 2h40’29”, mentre terza è arrivata Romina La Gorga (GS Maiano) in 2h41’57”.

Nuvole e freddo all’arrivo, ben assorbito dall’abbondante ristoro finale con piadine ed affettati in quantità industriale, oltre alla polenta artigianale con ragù di prima scelta: tutto molto apprezzato.

Come sempre abbondanti le premiazioni, sia “in quota” sia presso il Centro Sportivo Enzo Biagi dove, con rapidità e precisione e già dalle 10,45, sono stati consegnati i riconoscimenti ai singoli ed ai Gruppi sulla graduatoria degli iscritti, con vittoria del GSR Ferrero davanti a Lumega Vergato e GS Maiano (34), Gruppo che ha anche vinto il Gran Premio Caffitaly come Società (non emiliana) con il maggior numero di presenze nelle 3 Prove del Trofeo.

Le Classifiche Finali del Trofeo Alto Reno 2011 vedono in testa ancora un duo della Gabbi, con le speciali medaglie dell’Oreficeria Stipcevich che sono andate al collo di Diego Gaspari (290 punti) e di Valentina Gualandi (170 punti).

Il Gran Premio  RM Marchioni, che ha voluto premiare i migliori 3 Atleti di ogni categoria, ha visto invece primeggiare Mario Melis (Gabbi-A), Giuliano Nervo (Pontelungo-B), Romano Pierli (Fratellanza-C), Milena Megli (Assi Giglio Rosso-D) e Paola Lambertini (Atl. 85 Faenza-E).

La speciale Classifica di Società, alla quale era abbinato il cospicuo montepremi in denaro, ha visto vittorioso a punteggio pieno il GS Gabbi (300 punti), davanti a Pontelungo (270) e Atl. Castenaso (210).

“Siamo felici anche se ogni anno è sempre più dura – il commento finale di Marco Medici Responsabile del Trofeo – ma grazie alla collaborazione di tanti amici abbiamo portato in porto un Trofeo che ha visto un aumento di presenze di quasi il 50% rispetto al 2010: forse abbiamo lavorato bene. Un Trofeo Alto Reno 2012 ?? Nulla ancora è deciso.”

Classifica Porretta Corno alle Scale + Trofeo Alto Reno 2011

Classifiche ed informazioni sul sito www.comune.porrettaterme.bo.it/gpaltoreno.html.

Fonte:

Claudio Bernagozzi

Addetto Stampa

Trofeo Alto Reno 2011

 

Foto di Diego Gaspari e Valentina Gualandi vincitori del Trofeo Alto Reno 2011 (foto Jader Consolini)

18 Settembre 2011: Gaspari e Gualandi si aggiudicano il Trofeo Alto Reno 2011ultima modifica: 2011-09-20T07:51:00+02:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento