Mondiali UltraTrail 2013: l’Italia si candida come paese organizzatore. Il 30 Luglio 2011 edizione “O” per testare il percorso!

CIMG2764 gruppo.jpgDurante il recente Campionato Mondiale di UltraTrail di Connemara, si è tenuta anche una riunione del Consiglio Direttivo della IAU, l’Associazione Internazionale che coordina a livello internazionale il movimento dell’Ultramaratona per conto della IAAF. Alla riunione era presente Scevaroli, in qualità di Consigliere IAU, rappresentante del continente Europeo.

In tale occasione tra i vari punti all’ordine del giorno è stata presentata anche una candidatura italiana per i Mondiali UltraTrail del 2013.
Claudio Cunegatti, del gruppo organizzatore, ha illustrato alla IAU le principali caratteristiche della Trans d’Havet, 50 miglia delle Piccole Dolomiti, la gara scelta dalla IUTA per ospitare i mondiali 2013.

Positivi i primi commenti del Consiglio Direttivo della IAU, che ha invitato l’organizzazione a continuare a lavorare al progetto approfondendo nel dettaglio i vari aspetti.
Il tracciato della nuova gara percorre le Prealpi vicentine occidentali, partendo da Piovene Rocchette, passando per il monte Summano, il Novegno, il monte Alba, la strada delle 52 Gallerie del Pasubio, il gruppo del Sengio Alto, il gruppo del Carega, il gruppo delle Tre Croci, la cima di Marana, per concludersi con la discesa su Valdagno, con una lunghezza complessiva di 80 km ed un dislivello positivo di 5.500 m. E’ prevista anche in contemporanea una prova minore, che partirà da metà percorso (pian delle Fugazze), per complessivi 40 km e dislivello positivo di 2500 m.

Nel lungo termine il progetto si articola come segue:
30.07.2011 edizione zero ad invito per 25 atleti e test dei tempi sul tracciato;
28.07.2012 edizione uno, con 300 partecipanti alla gara lunga e 150 alla gara corta;
27.07.2013 edizione due e Campionato Mondiale, con circa 300 partecipanti alla gara mondiale in aggiunta ai 300 + 150 della gara open.
Il motore dell’organizzazione è un gruppo di trail runners di esperienza, che nello stesso spirito ha già organizzato con successo lo scorso 19 marzo 2011 la prima edizione della Ultrabericus, Ultra Trail di 65 km e 2500 m D+ sui colli Berici, nel marzo 2011.
Per questo nuovo evento l’organizzazione sarà appoggiata dal Gruppo Sportivo Alpini di Vicenza, che potrà mettere in campo tutte le risorse logistiche in dotazione all’Associazione Nazionale Alpini sezione di Vicenza (protezione civile, radioamatori, soccorso, logistica eccetera). Saranno inoltre coinvolti i Comuni attraversati dal tracciato, le unità del Soccorso Alpino, la Croce Rossa e le associazioni podistiche locali.

Presentazione della gara:

TRANS D’HAVET

50 miglia delle Piccole Dolomiti
Ultra Trail 80 km 5500 m D+
Trail 40 km 2500 m D+
Candidatura al Campionato Mondiale UltraTrail IAU 2013
Premessa:
L’idea di una ultramaratona in natura che percorra l’arco delle prealpi vicentine occidentali, attraversando il gruppo delle Piccole Dolomiti, potrebbe venire naturale a chiunque osservi la corona di monti all’orizzonte dal naturale balcone del piazzale della Vittoria, a monte Berico, sopra Vicenza. E’ da questo sogno che è nato il primo tentativo, percorso in solitaria da Enrico Pollini nell’estate del 2009, in preparazione all’Ultra Trail du Mont-Blanc, e ripetuto nel 2010 con Roberta Peron e Francesco Battaglin. Il desiderio di condividere e di far conoscere un tracciato spettacolare e tecnico al sempre più numeroso pubblico dei trail runners ha fatto mettere in cantiere la creazione di una nuova gara. Il motore dell’organizzazione è un gruppo di trail runners di esperienza, che nello stesso spirito ha già organizzato con successo il 19.03.2011 la prima edizione di Ultrabericus, ultra trail di 65 km e 2500 m D+ sui colli Berici.
Organizzazione:
Per questo nuovo evento l’organizzazione sarà appoggiata dal Gruppo Sportivo Alpini di Vicenza, che potrà mettere in campo tutte le risorse logistiche in dotazione all’Associazione Nazionale Alpini sezione di Vicenza (protezione civile, radioamatori, soccorso, logistica eccetera). Saranno inoltre coinvolti i Comuni attraversati dal tracciato, le unità del Soccorso Alpino, la Croce Rossa e le associazioni podistiche locali. Trattandosi di un percorso in linea, per la gran parte su sentieri di montagna in quota, e per la particolare lunghezza del tracciato, la logistica di controllo, assistenza e soccorso dovrà essere attentamente porgettata al fine di garantire ai concorrenti un adeguato livello di sicurezza.
Percorso:
Il tracciato percorre le prealpi vicentine occidentali, partendo da Piovene Rocchette, passando per il monte Summano, il Novegno, il monte Alba, la strada delle 52 Gallerie del Pasubio, il gruppo del Sengio Alto, il gruppo del Carega, il gruppo delle Tre Croci, la cima di Marana, per concludersi con la discesa su Valdagno, con una lunghezza complessiva di 80 km ed un dislivello positivo di 5500 m. E’ prevista anche in contemporanea una prova minore, che partirà da metà percorso (pian delle Fugazze), per complessivi 40 km e dislivello positivo di 2500 m.
Programma:
Il programma prevede la partenza il venerdì sera a mezzanotte da Piovene Rocchette, nell’ambito di un evento collaterale organizzato dalla locale pro loco, e l’arrivo a Valdagno nella mattinata di sabato per i top runners, nel pomeriggio per il centro del gruppo ed in serata per gli ultimi, con tempo massimo previsto di ventitre ore. La gara corta partirà alle 8.00 di sabato mattina da metà percorso (pian delle Fugazze), con arrivo intorno a mezzogiorno per i top runners ed a seguire gli altri. Sono in programma eventi collaterali per stimolare la presenza di pubblico alla partenza e lungo i punti cospicui del tracciato, mentre l’arrivo avverrà in un centro storico frequentato per l’aperitivo del sabato.
Il progetto della gara nel lungo termine si articola come segue:
30.07.2011 edizione zero ad invito per 25 atleti e test dei tempi sul tracciato;
28.07.2012 edizione uno, con 300 partecipanti alla gara lunga e 150 alla gara corta;
27.07.2013 edizione due e campionato mondiale, con circa 300 partecipanti alla gara mondiale in aggiunta ai 300 + 150 della gara open.
Campionato mondiale Ultra Trail:
Per le caratteristiche del tracciato, per la competenza del gruppo organizzatore e per la collocazione nel
calendario, la gara è stata scelta da I.U.T.A., l’ente che segue per F.I.D.A.L. il settore dell’ultra maratona, come candidatura ad essere campionato mondiale di ultra trail I.A.U. del 2013.
I concorrenti selezionati dalle federazioni nazionali per la partecipazione al campionato mondiale saranno aggiunti al numero massimo di atleti ammessi alla gara open.

Fonte: Segreteria IUTA

Mondiali UltraTrail 2013: l’Italia si candida come paese organizzatore. Il 30 Luglio 2011 edizione “O” per testare il percorso!ultima modifica: 2011-07-14T07:48:00+02:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento