16 ottobre 2011: Ecomaratona del Chianti….aperte le iscrizioni!!!

image001.jpgSi aprono le iscrizioni per il Chianti

Da domenica 1° maggio il primo passo per partecipare

 

Si alza il sipario sul Chianti ed i suoi meravigliosi scenari: da domenica 1° maggio si aprono ufficialmente le iscrizioni per la 5a edizione dell’Ecomaratona del Chianti, corsa competitiva in natura che offre cartoline indimenticabili; in aggiunta alla distanza classica della maratona, per il terzo anno consecutivo, viene proposto anche un percorso ridotto di 18km, denominato Chianti trail; ai camminatori, inoltre, è riservata l’Ecopasseggiata di 10km. Un’offerta ricca ed alla portata di tutti, dai più competitivi agli appassionati della natura da attraversare di corsa o di passo, senza mai staccare gli occhi dal panorama circostante.

Le iscrizioni si ricevono inviando la scheda iscrizione disponibile sul sito ufficiale della manifestazione www.ecomaratonadelchianti.it oppure dal sito www.active.com. Le quote di iscrizione sono:

  • Ecomaratona: 28 euro (pacco gara: maglia tecnica, bottiglia di vino Chianti, medaglia ricordo, pranzo e cena)
  • Chianti trail: 15 euro (+ 5 cauzione chip; pacco gara: maglia tecnica, pranzo e cena)

Per l’Ecopasseggiata le iscrizioni si ricevono dalle 15.00 alle 20.00 di sabato 15 ottobre in Piazza Marconi a Castelnuovo Berardenga e fino alle 9.00 di domenica 16 direttamente a S. Gusmè (luogo di partenza).

Uso docce fine gara a 500m.

Pacco gara 42,195 km: medaglia ricordo, maglia tecnica, bottiglia di Chianti, pranzo di domenica  e cena del sabato al pasta party.

Chianti Trail 18km – pacco gara: maglia tecnica pranzo di domenica e cena del sabato presso il pasta party.

Ecopasseggiata 10 km – aperta a tutti, iscrizioni 5 euro, pacco gara pranzo al pasta party.

 

Per tutte le informazioni:

Comitato organizzatore 339 8909714 – 333 4409330

 

 

www.ecomaratonadelchianti.it

16 ottobre 2011: Ecomaratona del Chianti….aperte le iscrizioni!!!ultima modifica: 2011-04-30T19:05:00+02:00da corrintoscana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento